Produzione di energia da fotovoltaico: primi al mondo

Written by  Thursday, 14 April 2016 14:39
Rate this item
(0 votes)
Read 1535 times

Anche se installiamo meno. Stranamente l’infografica che riassume i risultati principali del mercato FV 2015 si è vista anche sui social, Facebook in testa.

Chiaramente, se domenica non ci fosse il referendum, non l’avrebbe notato nessuno. Eppure, ecco qua: nel 2015 siamo i primi, nel mercato mondiale, per la produzione di energia da fotovoltaico. Siamo secondi solo alla Germania nel solare procapite, calcolato in watt/persona. Il primo mercato in assoluto resta la Cina, che ovviamente ci batte anche per la quantità dell’installato che invece resta basso nel nostro Paese. Il trend positivo della produzione va avanti dal 2014, in crescita dunque, secondo il report 2016 di IEA - PVPS, International Energy Agency Photovoltaic Power System Project, la cui storia è ripercorsa nell’editoriale di inizio aprile.

Il percorso del trend è visualizzabile nei report nazionali, redatti con l’importante contributo di ENEA e CESI; è abbastanza evidente come, al contrario del trend di produzione, quello della potenza installata abbia ricevuto uno stop dal compianto Conto Energia. Nonostante questo evento, che risale ormai a tre anni fa e che certamente ha in qualche modo ristretto il mercato nazionale del fotovoltaico, la previsione generale fatta nel 2014 fu che le installazioni avrebbero rallentato, ma non si sarebbero fermate.

E così è stato; nel 2015 sono stati installati meno di 270 MW, con a farla da padroni soprattutto impianti di piccola taglia. Il residenziale regge, l’industriale meno; gli impianti di media taglia (sopra i 20 kWp), in configurazione SEU al servizio di utenze aziendali non sono ancora riusciti a decollare. In tutto parliamo di poco meno di 650 MW in due anni, circa 12mila occupati e un giro d’affari di 2,3 miliardi/anno. Che non è un dato malvagio, ma neanche esaltante, proprio perché, vedi sopra, siamo i primi produttori al mondo: a fine novembre 2015 l’elettricità solare prodotta dai quasi 19 GW operativi è arrivata a 23,8 TWh, cioè quasi il 13% in più rispetto alla produzione di gennaio-novembre 2014. Significa l’8,2% della domanda elettrica e il 9,6% della produzione, oltre al 23,2% di tutta l’elettricità da rinnovabili. Se cel’avessero detto nove anni fa, non ci avrebbe creduto nessuno.

La domanda è come potremmo fare perché i due segmenti di mercato funzionino bene insieme; già nel report 2014 ENEA indicava come necessario un focus strategico sull’autoconsumo (prevedendo, in qualche modo, il trend dell’anno successivo), un accesso al credito facilitato e un processo di permitting più semplice per le nuove installazioni, oltre a regole chiare per lo scambio di elettricità prodotta in rete. In una parola: una strategia che ne tenga conto. Perché il sole cel’abbiamo.

 

IanusBlog

Blog di Ianus

Leave a comment